Petite France a Strasburgo

Strasburgo – meta ideale per un fine settimana

Strasburgo è una piccola cittadina francese, la principale della regione dell’Alsazia, nota principalmente per il ruolo istituzionale che ricopre in Europa: qui infatti ha sede il Parlamento Europeo, ma è una città che anche dal punto di vista turistico è tutta da scoprire e che, secondo me, merita una visita.

Avete presente quando sui libri di storia studiavate le guerre tra Germania e Francia e ogni volta che vinceva l’uno o l’altro si scambiavano le regioni dell’Alsazia e la Lorena? Ecco, questo mix franco-tedesco si percepisce in questa piccola cittadina tra le stradine dal tipico gusto francese unite alle sue case in tipico stile tedesco.

Appena arrivati a Strasburgo vi consiglio di perdervi un po’ senza meta per le stradine del delizioso quartiere Petite France, sicuramente la parte più interessante di questa città con i suoi scorci incantevoli. Vi innamorerete di questo pittoresco quartiere, un tempo sede dei conciatori, caratterizzato dalla presenza ti tantissime case a ‘graticcio’ o a ‘colombaia’, per cui la regione dell’Alsazia è famosa, ovvero le tipiche case con il telaio di legno in vista. La maggior parte di queste piccole e graziose abitazioni sono bianche in contrasto con il marrone scuro del telaio in legno e spesso hanno dei deliziosi balconcini ornati da fiori colorati. La casa più famosa di questo quartiere è la ‘Maison des tanneurs’ (la casa dei conciatori): qui si respira una atmosfera fiabesca ed incantata resa ancora più magica dal fiume che, dividendosi in quattro rami, forma tre isolotti immersi nel silenzio e nel verde, decorato dai prospetti delle caratteristiche abitazioni che si riflettono nell’acqua rendendo questo paesaggio bello come un quadro. 

Camminando fino ad un estremo del quartiere Petite France, vi troverete ai Ponts Couverts: un insieme di tre ponti che scavalcano i bracci del fiume Ill, ognuno protetto da una torre quadrata e massiccia, resto degli antichi bastioni del XIV secolo un tempo collegati tra loro da ponti coperti che però adesso hanno perso la copertura. Proprio davanti ai Ponts couverts si trova il Barrage Vauban, uno sbarramento sul fiume sulla cui sommità è stata creata una terrazza panoramica (visitabile gratuitamente) che regala una vista mozzafiato del piccolo quartiere Petite France.

La più importante attrazione della città è sicuramente la maestosa Cathédrale de Notre-Dame de Strasbourg, in stile gotico, caratterizzata da una facciata massiccia con un grande rosone ed un campanile alto 140 metri. La cattedrale ha una terrazza 70 metri d’ altezza raggiungibile salendo tramite una scala a chiocciola di 332 scalini, dalla quale si gode uno straordinario panorama e lo sguardo vola dominando i tetti di Strasburgo. Sulla bella Piazza della Cattedrale si trova la casa più bella di Strasburgo: La Maison Kammerzell, una stupenda casa con una facciata in legno finemente lavorata e decorata che noterete sicuramente. 

All’ interno della Cathédrale si trova l’orologio astronomico, monumento d’arte e di meccanica costruito nelle forme attuali nel corso di diversi secoli mantenendo tutto il suo splendore. L’orologio affascina soprattutto per il suo gioco di meccanismi, che allo scoccare di ogni ora si animano con figure e personaggi meccanizzati che segnalano il tempo ma anche il giorno, mese, anno, segno zodiacale, fasi lunari e la posizione dei pianeti fino a Saturno.

Merita sicuramente una visita a mezzo giorno e mezzo, momento in cui si possono vedere le diverse età della vita (rappresentate da un elefante, un adolescente, un adulto e un vecchio) sfilare davanti alla morte, ma soprattutto gli apostoli che sfilano davanti a Gesù, il cui passaggio è segnato dal canto e dal battito d’ali di un grande gallo. Davanti all’orologio si erge la meravigliosa “Colonna degli angeli”, una rappresentazione molto originale dell’Ultimo Giudizio.

Io vi consiglio di presentarvi all’ingresso prima di mezzogiorno data la grande popolarità di questo orologio, così avrete la possibilità di assistere ad un piccolo film (proiettato in inglese, francese e tedesco) che racconta la storia di questo orologio e le sue curiosità. 

Grazie al suo traffico ordinato, lo spirito molto green di questa città, accentuato da una estrema pulizia, la presenza di tram elettrici, e tante biciclette che possono usufruire di una ottima rete di pista ciclabile, camminare a Strasburgo sarà molto piacevole e nemmeno stancante. Passeggiate a Place Broglie, il quartiere tedesco dove si affacciano palazzi classici eleganti in stile neoclassico, testimonianza di quando l’Alsazia era tedesca. Attraversate Place de la République circondata da palazzi e teatri monumentali, Place Gutenberg, piccola ed elegante, Place Kleber, il centro della città grandiosa ed austera. Camminando camminando, non perdetevi le chiese protestanti di Saint-Thomas, bellissimo esempio di arte gotica alsazianaSaint-Pierre-Le-Jeune. 

Di grande interesse è sicuramente il Palazzo dei Rohan: una maestosa residenza con un’imponente facciata e interni riccamente decorati. In passato dimora reale, ora ospita tre straordinari musei: 

  • Museo delle arti decorative,  che vi conquisterà con le sue opulente sale barocche e rococò, ma anche con squisite porcellane e oggetti in oro e argento provenienti dalla regione dell’Alsazia;
  • Museo archeologico, che espone oggetti della collezione dello storico del XVIII secolo Johann Daniel Schöpflin e reperti dell’era paleolitica, dell’età del bronzo e del periodo romano;
  • Museo delle Belle Arti, con dipinti attributi a grandi maestri quali Botticelli, Giotto e Piero di Cosimo. 

Questo palazzo è caratterizzato dalla elaborata facciata, con numerose finestre che si affaccia sul fiume Ill, mentre alle sue spalle si trova la Cattedrale la cui alta guglia è visibile da quasi tutta la Grande Île, d’altronde in questo imponente edificio vi ha soggiornato Maria Antonietta nel 1770.

Non si può partire da Strasburgo senza essere andati al Quartiere Europeo che si raggiunge facilmente sia con il tram che con una passeggiata non molto lunga, e comprende importanti istituzioni europee, visitabili solo in gruppo previa prenotazione:

  • il Parlamento, edificio circolare dove all’ingresso sventolano le bandiere dell’Unione e di tutti gli stati che ne fanno parte; sulle facciate delle vetrate sono esposti cartelli con la scritta “La vostra pace, il vostro premio” tradotta in tutte le lingue parlate nell’ EU come riconoscimento alla popolazione per aver vinto il Premio Nobel per la Pace 2012;
  • la Corte dei Diritti dell’uomo,  con la sua particolare architettura composta da una serie di torri cilindriche, 
  • il Consiglio d’Europa, riunitosi a Strasburgo per la prima volta nel 1949! 

Non posso lasciarvi senza aver consigliato due posti dove mangiare.  Un ottimo ristorante per una cena romantica è Saint Sépulcre, dove potrete gustare ottimi piatti tipici di questa regione e della cucina francese accompagnata da una ottima selezione di vini locali; non dimenticatevi di tenere un po’ di posto per il dolce! Mentre per un pranzo veloce ma sicuramente gustoso vi coniglio l’Académie de la Bière per una semplice e sfiziosa tartes flambess: vista la grande selezione, la parte difficile sarà scegliere la birra con la quale accompagnare il vostro pranzo!