COSA BERE - MATCHA

Giappone – i sapori assolutamente da provare

Durante la mia esperienza in Giappone ho avuto modo di conoscere le città di Kanazawa e di Kyoto. Inutile dire come mi sia innamorata di questi luoghi, dei templi, delle tradizioni, delle case delle geishe e dei samurai. Ma credo che il Giappone abbia un secondo aspetto turistico da non sottovalutare: il cibo!

Ormai conoscete bene il mio pensiero, ovvero: non si può dire di essere stati veramente in un posto se non si mangiano e assaggiano le specialità locali. La cucina giapponese è una cucina molto ricca, dove il pesce ed il riso la fanno da padrone. I sapori sono molto più delicati e leggeri rispetto a quella della nostra cucina. Ma questo non toglie che abbia un gusto unico, raffinato e a dir poco squisito!

In questo articolo vi segnalo i piatti che più mi sono rimasti nel cuore; direi nello stomaco, ma in realtà sono altamente digeribili. Sapori che hanno innamorato le mie pupille gustative, piatti tipici che non potete esimervi dall’assaggiare durante le vostre vacanze in Giappone.

Cosa mangiare – il sushi

Iniziamo dal piatto che non ha assolutamente bisogno di presentazioni: il sushi. Chi di voi non lo ha mai mangiato? In realtà, con il termine sushi si indicano i bocconcini a base di riso a grani piccoli e corti, aceto di riso, zucchero e sale combinato con diversi tipi di pesce, alghe, vegetali e uova. Pensate che in origine indicava un modo per conservare il pesce: avvolgendo il pesce fresco nel riso fermentato se ne evitava il deterioramento.

COSA MANGIARE - IL SUSHI

COSA MANGIARE - IL SUSHI

Quello che ho imparato in Giappone è che il sushi si mangia con le mani. Pensate che io l’ho mangiato dopo essere andata a cena. Capite quanto ne sono golosa? Seduti su un bancone lo chef preparava questi bocconcini davanti ai nostri occhi. Prendeva il riso, lo modellava e posizionava sopra il pesce freschissimo che più ci piaceva. Attenzione: il salmone non c’è, o meglio si può trovare ma non è un pesce tipico di questa nazione. Quindi quello che trovate è congelato e di importazione! Altra cosa che ho imparato è che il wasabi viene “confezionato” insieme alla porzione di sushi, viene messo tra il riso ed il pesce. Quindi se non vi piace questo sapore piccante fatelo presente. Ultima cosa: non si immerge il sushi nella salsa di soia: questa va sul pesce. Quindi prendete il boccone, giratelo, immergetelo nella soia e mangiatelo in un sol boccone.

Alla domanda se è così diverso il sapore, la risposta è ovviamente sì. Oltre al sapore del pesce fresco che lo rende più delicato di quello a cui siamo abituati noi, mi ha stupito la consistenza del riso. È molto più “appiccicoso” del nostro.

COSA MANGIARE - IL SUSHI COSA MANGIARE - IL SUSHI

Dove mangiarlo: Sushi Ippei in Kanazawa

Cosa mangiare –  Oshi-sushi, il sushi pressato

Se siete in vacanza a Kanazawa vi consiglio di assaggiare una variante del sushi. Qualcosa che in italia non trovate. Un piatto tipico di questa città: si chiama Oshi-sushi, letteralmente sushi pressato. Era una parte essenziale delle feste primaverili e autunnali. È una sorta di torta di riso dove sopra vengono posizionati in modo artistico e bello il pesce, le verdure e tutto quello che più vi piace. Non perdete l’occasione di prepararlo con le vostre stesse mani e poi mangiarlo!

COSA MANGIARE -  OSHI-SUSHI, IL SUSHI PRESSATO COSA MANGIARE -  OSHI-SUSHI, IL SUSHI PRESSATO COSA MANGIARE -  OSHI-SUSHI, IL SUSHI PRESSATO COSA MANGIARE -  OSHI-SUSHI, IL SUSHI PRESSATO

Cosa mangiare – Noduguro meshi

Forse il piatto che più mi è piaciuto durante tutta la mia esperienza giapponese. Sicuramente quello per cui tornerei a Kanazawa, oltre che per le sue bellezze ovviamente. Sto parlando del noduguro meshi. Questo pesce è tipico della zona di Kanazawa e difficilmente lo troverete in altre località giapponesi. È un po’ caro, ma fidatevi che vale il prezzo. Ma cosa è vi starete chiedendo: è un pesce un po’ bruttino, caratterizzato da una gola molto scura, quasi nera. Viene servito in una ciotola che è il piatto principale formato da pesce e riso. La porzione è divisa in quattro spicchi perché quattro sono i modi per mangiarlo:

1- semplice così come è,

2-con aggiunta di semi di sesamo, porro e wasabi;

3-con la zuppa di pesce calda;

4- come vi è più piaciuto o come ho fatto io, mescolando tutto.

Credetemi: un piatto assolutamente da provare!

COSA MANGIARE - NODUGURO MESHI COSA MANGIARE - NODUGURO MESHI

Dove mangiarlo: Nodoguromeshi Hompo Itaru.

Cosa mangiare – Okonomiyaki

Chi di voi non ha mai visto il cartone animato “Kiss me Licia!”? Avete tutti presente il signor Marrabbio e la sua cucina. Ecco, questo è proprio quello che cucina lui!

Potremmo descriverlo come una specie di frittata. L’ingrediente di base sono uova e cavolo uniti ad altri ingredienti che possono essere il pesce (seppia e gamberi) o carne (maiale e manzo). Sopra viene versata la salsa okonomiyaki, una salsa dolce, le alghe nori e i katsuobushi (scaglie di tonno che sembrano ballare grazie al calore). Non solo il piatto è delizioso, ma è bello da veder realizzare. Solitamente ci si siede attorno ad una piastra grande come un tavolo (no, non c’è pericolo di scottarsi, non vi preoccupate) dove sopra vengono versati tutti gli ingredienti, mescolati e cucinati sapientemente dagli chef che girano intorno ai tavoli muniti di palette per girare e tagliuzzare. La cottura è veloce, basteranno circa quindici minuti per preparare questo piatto. Giusto il tempo per farvi venire l’acquolina in bocca.

COSA MANGIARE - OKONOMIYAKI COSA MANGIARE - OKONOMIYAKI

Cosa mangiare – soba caldi

Dopo il sushi forse il piatto che più aspettavo di poter assaggiare nella sua terra di origine. Cosa sono i soba? Sono degli spaghetti di grano saraceno serviti in un brodo di pesce.

Non tutti i ristoranti che servono soba sono uguali. Io li ho mangiati in un ristorante che è specializzato in soba. Le sue particolarità sono due. La prima è che serve tea caldo o freddo, di grano saraceno sobacha (si legge sobacia) ed alla fine serve sobayu che si beve quando si mangiano soba freddi (preferibili nelle calde giornate). Questa è una bevanda calda dove se si vuole si può aggiungere salsa di soia, e la caratteristica è che si tratta dell’acqua dove sono stati cotti i soba freddi. Un sapore molto particolare, ma ottimo.

Cosa che non sapevo è che i soba caldi vengono serviti con la tempura. Proprio così. Sopra il piatto caldo vengono serviti dei gamberi, pesce bianco o verdura fritti secondo questo particolare metodo. In bocca è croccantissima e leggera.

COSA MANGIARE - SOBA CALDI

Dove mangiarli:   Arashiyama Yoshimura

Cosa bere – matcha

Prima di tutto, cosa è il matcha? È un pregiatissimo tè verde giapponese protagonista della cerimonia del tea tramandata dal XVI secolo ai tempi nostri. Le foglie del te sono raccolte a mano, cotte a vapore, asciugate e macinate attraverso ruote in granito, ottenendo così una impercettibile polvere di un colore verde brillante che si scioglie a contatto con l’acqua.

Il tea si prepara sciogliendo una piccola quantità di polvere in poca acqua a 80°C con l’aiuto di un frullino di bambù. L’operazione produce una leggera schiuma rendendo il tè cremoso. Il sapore di questo tè è un po’ amaro, motivo per cui viene spesso servito con un dolcetto da mangiare prima per smorzare il sapore forte della bevanda.

COSA BERE - MATCHA COSA BERE - MATCHA

Ma in realtà il matcha non è limitato solo alla produzione del tea. È usato anche per molti piatti. La città regno di questo ingrediente è Uji. Qui nei ristoranti il verde è il colore principe. I soba caldi al tea matcha sono stati una vera e propria scoperta, assaggiateli! E ancora tanti dolci, e soprattutto il gelato.

COSA BERE - MATCHA COSA BERE - MATCHA

Cosa bere – il sake

Penso che insieme al sushi sia quel sapore che viene associato immediatamente al Giappone. Il sake è un infuso fermentato e non distillato. Prodotto esclusivamente con riso, acqua e il riso koij, ovvero quel riso che è stato inoculato con una muffa naturale, koji appunto. In Giappone ci sono circa 1300 produttori di sake. La produzione varia molto a seconda della stagione, anzi i produttori producono i loro sake a seconda della stagione. Il sapore è molto leggero, sarà che noi siamo abituati a bere vino. In un certo senso è associabile al sapore della birra, seppur sia molto più alcolico.

In Giappone è un vero e proprio status simbol. È un momento di condivisione, soprattutto tra uomini di affari. Non è raro trovarli attorno al kotatsu a bere un bicchierino di sake dopo l’altro (se mai vi troverete con uomini di affari giapponesi e siete donne, sappiate che sarete voi a dover servire gli uomini) anche abbastanza brilli: è pur vero che le loro basi genetiche li portano ad essere meno tolleranti all’alcol.

COSA BERE - IL SAKE

Ma i veri sapori del Giappone si trovano un po’ ovunque. In tutti i mercati (se vi capita comprate una pera nashi), nelle bancarelle che qua e là vendono dolcetti, nelle meravigliose macchinette automatiche che vendono le più svariate merendine. Impossibile davvero raccontare tutto quello che c’è da mangiare. È bello vedere che anche intorno ad un tavolo “tutto il mondo è paese”.

 

 

 

In partnership con HIS-Viaggi Giappone

Share