Francoforte – La magia dei mercatini di Natale

Avete presente il Grinch? Il mostro a cui piace distruggere il Natale portando via i giocattoli ai bambini e le decorazioni? Beh, non sono mai arrivata a questi livelli, ma non sono nemmeno una fan del Natale. Sono la classica persona che si ritrova il 24 dicembre a comprare i regali per tutti, nascondendosi dietro la scusa del “non ho avuto tempo”, quella persona che non aiuta mai a preparare l’albero di Natale, tantomeno a mettere i vari addobbi in casa: non apro nemmeno le caselle dell’avvento!

Ma quest’anno non solo l’uscita del nuovo film di Star Wars ha fatto scendere un brivido lungo la mia schiena con l’arrivo di Dicembre, ma anche i mercatini di Natale di Francoforte mi hanno regalato forti emozioni. Complice forse la lunga attesa per poterli visitare, aver assistito ai preparativi in piazza, aver visto montare le giostre e le casette di legno e dovermene essere andata giusto due giorni prima dell’apertura del mercatino ha fatto crescere in me un vero e proprio hype.

Continua a leggere Francoforte – La magia dei mercatini di Natale

Share

Il lato verde di Francoforte – tra natura e amonia

Oggi voglio parlavi di una città che sto imparando a conoscere e scoprire sempre più: Francoforte sul Meno. Da Marzo dell’anno scorso mi sono trovata a volare spesso verso questa destinazione e inizialmente mi sentivo sperduta, divisa tra quell’essere turista e quel cercare di trovare la quotidianità in una città diversa da Firenze, con l’aggiunta di una lingua dura che non capivo. Ma ad ogni volo mi sentivo meno straniera, imparando a muovermi senza il costante bisogno di Google Maps, riuscendo anche a  “fare l’orecchio” al tedesco e scoprendo angolini e posticini di cui sicuramente vi parlerò.

Continua a leggere Il lato verde di Francoforte – tra natura e amonia

Share

Valencia – il progetto #EmptyExperienceOceanografic con Canon

Tutti quanti (o almeno la maggior parte di noi) avranno sicuramente visto il film “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino. Una delle mie scene preferite è quella in cui Jep e Ramona si concedono una passeggiata notturna alla Galleria Nazionale di Arte Antica di Roma, da soli. Credo che questa scena sia ideale per spiegare in modo semplice e diretto l’idea che si cela dietro un “empty”: togliere per arricchire, in modo che il silenzio e le luci soffuse raccontino emozioni più forti delle luci abbaglianti dei riflettori.

L’idea del movimento digitale #empty, dall’inglese letteralmente “vuoto”, sta proprio nel voler trasporre in immagini da condividere sui social le emozioni che un museo, un teatro, ma in generale un luogo di interesse culturale trasmettono quando vengono spogliati dei loro visitatori, giocando in modo creativo con architetture, opere, e soprattutto con le poche persone che partecipano a questo evento.

Continua a leggere Valencia – il progetto #EmptyExperienceOceanografic con Canon

Share