Firenze – dove mangiare la cucina locale

Con l’arrivo delle vacanze in molti di voi stanno programmando una vacanza a Firenze. Una delle domande che mi vengono poste più spesso è: “dove devo andare a mangiare, cosa devo assolutamente mangiare?”. Ed è così che questo articolo si propone, con tanta modestia, di diventare la vostra guida definitiva sui locali da provare in città. Iniziamo!

Ma prima, ho un regalo per voi, prenotando tramite questo link avrete diritto a 25€ di sconto su Booking.com

Dove mangiare – I’Brindellone

VI propongo subito il mio ristorante preferito, quello che ogni volta mi fa pensare “ah, sono a casa!”: I’Brindellone è una classica trattoria fiorentina, frequentata da fiorentini. Tanti i piatti tipici della tradizione da mangiare qui: la ribollita (la zuppa di verdura con il pane), i coccoli (pasta di pane fritta) con prosciutto e stracchino, i fiori di zucca fritti, i fagioli all’uccelletto, il peposo (spezzatino di carne con tantissimo pepe), il risotto con il lampredotto.

La vera regina di questo locale è però la bistecca alla fiorentina. Alta sette centimetri, cotta alla perfezione, morbida che si scioglie in bocca. Non vi nego che buona come dal Brindellone io non l’ho mai mangiata! La bistecca si mangia accompagnata dal vino rosso che qui è a consumo, ovvero vi porteranno a tavola il fiasco e pagherete in base a quanto ne bevete. Lasciatevi spazio per il dolce e fatevi tentare dalla crema di mascarpone. Il locale è sempre affollato, quindi vi consiglio di prenotare con molto anticipo.

Dove mangiare – Trattoria da Mario

Collocata in centro storico, la Trattoria da Mario è un’istituzione. Qui non si prenota, ci si mette in fila fuori dal locale e si aspetta. Tipica locanda fiorentina, ci si siede e si divide il tavolo con gli altri ospiti. Anche da Mario lasciatevi tentare da antipasti di salumi e crostini, e dalla immancabile bistecca alla fiorentina. Tra i salumi vi consiglio di assaggiare la finocchiona: un insaccato di carne di maiale macinata, aromatizzata con semi di finocchio e bagnata con vino rosso.

Dove mangiare – Nerbone

Non si va via da Firenze senza aver mangiato il panino al lampredotto. Il lampredotto è uno dei quattro stomaci dei bovini, l’abomaso per la precisione, ovvero l’ultimo stomaco che ha delle crespature simili alla lampreda. Viene fatto bollire per tantissime ore, anche più di otto. È un piatto povero tipico della cucina toscana, dove i popolani che non potevano permetterselo consumavo gli scarti delle carni trattate dai macelli. Adesso è diventato il re della cucina street-food e Nerbone si vanta di preparare il più buono in città. Mangiatelo nel panino o al piatto, condito con salsa verde, piccante, sale e pepe. Da Nerbone fatevi tentare anche dai “crostini toscani”: delle fette di pane arrostito condite con paté di fegatini di pollo.

Dove mangiare – Mercato Centrale di Firenze

Proprio come a Roma, a Firenze c’è il Mercato Centrale. La scelta gastronomica che offre è immensa e accontenta tutti. La cosa più bella è che ognuno può scegliere quello che vuole e poi riunirsi a mangiare allo stesso tavolo. Tra le tante offerte, le mie pietanze preferite sono le pizze, il trapizzino (triangolo fatto della famosa pizza bianca ripiena di ogni ben di Dio), gli hamburger e i fritti.

DOVE MANGIARE Firenze –MERCATO CENTRALE DI FIRENZE

DOVE MANGIARE Firenze –MERCATO CENTRALE DI FIRENZE
Dove mangiare – Trippaio del Porcellino e gli altri

Firenze è famosa per i suoi lampredottai, ovvero i chioschetti che vendono il panino al lampredotto sulla strada. Se avete fame e siete alle logge del Porcellino, dove c’è il famoso cinghiale che porta fortuna se gli si strofina il naso, non potete non fermarvi a mangiare il lampredotto qui!

Il panino al lampredotto è un’istituzione: ovunque sarete ce ne sarà uno da assaggiare. Oltre agli appena citati i miei preferiti sono “I’trippaio fiorentino” in via Gioberti, “Mario” nel Piazzale di Porta Romana, “l’Antico trippaio” in via dei Cimatori e “Sergio e Pier Paolo” in Via de’ Macci, un vero e proprio must in centro città. Ah, non dimenticate di farvi bagnare il pane!

DOVE MANGIARE Firenze TRIPPAIO DEL PORCELLINO E GLI ALTRI

Dove mangiare – PRANZO AL BORGO ANTICO

In piazza Santo Spirito si trova il ristorante Borgo AnticoUn locale ricercato, dove la cucina tipica toscana viene rivisitata e innovata, dove i gusti della tradizione incontrano la modernità e la ricerca del sapore perfetto. Un locale rustico ed elegante allo stesso tempo: all’ingresso noterai le bellissime sedie i cui schienali hanno la forma delle chiese della città. Il gusto dei piatti è sicuramente accentuato dai vini di produzione locale. Dal tagliere alla pizza, passando per una scelta di primi di pasta e di riso. Non saprei davvero cosa consigliare, è tutto buono!

OLTRARNO – PRANZO AL BORGO ANTICO OLTRARNO – PRANZO AL BORGO ANTICO OLTRARNO – PRANZO AL BORGO ANTICO

Dove mangiare – Adagio, Cibi naturalmente italiani

Questo ristorante è stato aperto di recente, da metà gennaio. I propietari nascono come selezionatori di prodotti legati al territorio e portano la loro esperienza annuale sia sulle tavole del loro ristorante che nel punto vendita.

Quello che si nota è un forte legame al territorio. Ad un menù alla carta è dedicato un menù del territorio di pochi piatti selezionati. Ogni mese la cucina è dedicata ad una regione e viene celebrata con una serata evento legata al territorio.
L’enogastronomia tipica con prodotti di piccoli produttori di nicchia viene valorizzata in ogni portata, sapientemente abbinata a grandi vini.

DOVE MANGIARE - ADAGIO - CIBI NATURALMENTE ITALIANI DOVE MANGIARE - ADAGIO - CIBI NATURALMENTE ITALIANI DOVE MANGIARE - ADAGIO - CIBI NATURALMENTE ITALIANI

Dove mangiare – All’Antico vinaio

Non ha bisogno di presentazioni: è lo street food più famoso di Firenze e d’Italia. La schiacciata qui è un’istituzione, i salumi sono da leccarsi i baffi. Prosciutto crudo, crema di formaggio, finocchiona e pecorino, melanzane piccanti. Insomma, una scelta da perderci la testa. Solo che la fila è molto lunga, tanto che io ci vado solo per merenda. Schiacciata e bicchiere di vino: un classico senza tempo.

48 ore a Firenze- Antico Vinaio

Dove mangiare – un panino da Ino

Se la fila all’Antico Vinaio vi ha spaventato, vi consiglio Ino. Vicino all’ulivo commemorativo dell’attentato in Via dei Georgofili vi è un piccolo locale pluripremiato che ha fatto del gusto la sua missione. Salumi ricercati, sapori innovativi. Ogni panino è un’esplosione di gusto nel palato e vi verrà voglia di mangiarne un secondo.

DOVE MANGIARE Firenze - UN PANINO DA INO

Dove mangiare – ditta artigianale

Per ovviare ai soliti caffè storici io vi consiglio Ditta Artigianale, un eccellente bar che offre tantissime miscele di caffè speciali tutti da provare: non siate timidi e chiedete al personale esperto che saprà consigliarvi la miscela più buona. Altrimenti, se siete dei tipi classici: Giubbe Rosse, Gilli, Paskosky e Revoire sapranno offrivi quel gusto senza tempo nell’arredamento e nei piatti.

48 ore a Firenze - Colazione alla Ditta Artigianale

Dove Mangiare – Jhonny Bruschetta

Un locale accogliente e diverso dal solito Se anche voi, come me, siete amanti delle bruschette per aperitivo, questo posto è il vostro paradiso. Tantissime varietà e scelte, ideale da condividere con gli amici. Ottima scelta di birre e di dolci artiginali.

Dove mangiare – Per gli amanti di Instagram “La Ménagère

Oggi è un concept-ristorante, ma è stato il primo negozio di ferramenta (casalingo) fiorentino, nato nel 1896. Un ambiente informale con una cucina di alto livello, tra accessori dal sapore industriale, elementi di design per la casa e fiori profumati. Romantico, fatto di tavoli rotondi per sorseggiare un caffè, grandi finestre definite da rettangoli di ferro che danno luce al locale, orchidee che pendono dal soffitto. Sicuramente uno dei miei posti preferiti di Firenze, non potete rinunciare ad una colazione a base di pancakes qui.

DOVE MANGIARE Firenze – PER GLI AMANTI DI INSTAGRAM “LA MÉNAGÈRE“ DOVE MANGIARE Firenze – PER GLI AMANTI DI INSTAGRAM “LA MÉNAGÈRE“

Dove mangiare – un Negroni per aperitivo

Io vi consiglio di assaggiare un Negroni: un cocktail nato proprio a Firenze per opera del Conte Camillo Negroni, un uomo vivace, ribelle, un grande viaggiatore. Stanco del solito Americano come aperitivo, chiese al barman di cambiare la ricetta classica (bitter Campari, Vermouth rosso e seltz) mettendo del gin al posto del seltz e aggiungendo una fetta di arancia e della scorza di limone nel bicchiere. Un locale che a me piace molto per l’aperitivo è Santa Rosa Bistrot. Anche se secondo la storia il cocktail è stato ideato nel caffè Revoire.

DOVE MANGIARE Firenze – il negroni

Dove mangiare – Edoardo il Gelato Biologico

Firenze è piena di gelaterie artigianali e non. Se la voglia di gelato vi prende vi renderete conto che ad ogni tre passi c’è chi potrà soddisfare il vostro palato. Però io vi consiglio “Edoardo – Il gelato biologico” in Piazza del Duomo. I gusti di gelati non sono molti, ma trovate anche una selezione di gusti vegani ed i prodotti sono a corto raggio e biologici. Cosa lo differenzia dagli altri? Oltre alla qualità dei prodotti è l’unico che fa le cialde in casa, sentirete che profumino quando entrate.

DOVE MANGIARE Firenze – EDOARDO IL GELATO BIOLOGICO

Share